Come pulire i funghi porcini: freschi, secchi, champignon

2015-08-28
Come pulire i funghi porcini: freschi, secchi, champignon Come pulire i funghi porcini: freschi, secchi, champignon Come pulire i funghi porcini: freschi, secchi, champignon
  • Prep Time : 15m
  • Ready In : 15m

Come pulire i funghi porcini

Su come pulire i funghi porcini, ma anche altre tipologie di funghi come ad esempio gli champignon o prataioli, c’è da dire che è fondamentale non immergerli nell’acqua, ma spazzolarli per eliminare il terriccio, e strofinarli delicatamente con un panno o con della carta assorbente inumiditi. Al massimo se sono eccessivamente sporchi si possono passare rapidamente sotto un getto leggero di acqua corrente ed asciugare immediatamente. Seguite il video come pulire i funghi porcini e vi mostrerò come farlo al meglio!

I porcini (nome botanico “Boletus edulis”) sono sicuramente tra le varietà di funghi edibili più conosciute e apprezzate in cucina, sia per la loro versatilità che per il loro profumo e gusto inconfondibile. Si utilizzano crudi sotto forma di carpacci o all’interno di insalate, e cucinare nelle più svariate preparazioni, impiegati sia freschi che secchi, ma ben si prestano ad essere conservati anche sott’olio e surgelati. Deliziosi fritti, arrostiti, trifolati, stufati, si servo come antipasto, ma anche come accompagnamento di secondi piatti sia di carne che di pesce o come condimento caratterizzante ricette di primi piatti sia essi risotti, gnocchi, polenta, polenta fritta, paste secche o specialmente fresche, come le famose tagliatelle ai funghi

I funghi porcini appartengono alla famiglia delle Boletaceae, crescono spontanei nei sottoboschi di querce, castagni, pini e faggi in quasi tutte le regioni d’Italia. La loro comparsa si verifica in concomitanza di piogge, soprattutto autunnali e la loro stagionalità va da luglio a novembre, seppure esistono alcune varietà che si trovano già a primavera inoltrata.

Fungo dalle carni bianche e particolarmente carnose, il porcino è caratterizzato da gambo sodo di colorazione biancastra, che si irrobustisce verso la base. Il cappello di forma circolare, assume colorazione castana più o meno intensa (a seconda del luogo di appartenenza) nella parte superiore, e colore bianco giallognolo nella parte sottostante per gli esemplari giovani, che diventa verdognolo in quelli più “grandi”.

 

Ingredienti e attrezzature

Funghi porcini freschi

Spazzolina per funghi

Coltello spelucchino

Panno umido o carta assorbente

Coltello trinciante

Tagliere

 

Procedimento

Come pulire i funghi porcini freschi.

  1. Occorre innanzitutto spazzolare accuratamente i funghi con una spazzolina, soprattutto sulla parte del gambo che è quella che trattiene più il terriccio. Oppure grattiamo il gambo con molta delicatezza con la lama di uno spelucchino.
  2. In seguito li strofiniamo con un panno inumidito, o con della carta assorbente da cucina, anch’essa umida, per eliminare tutto il terriccio residuo.
  3. Se i funghi dovessero presentare ancora delle impurità, li passiamo molto rapidamente sotto un filo d’acqua corrente, strofinandoli delicatamente con le mani. e poi li asciughiamo subito con un panno asciutto.
  4. Tagliamo infine i funghi porcini a lamelle o spicchi più o meno sottili, a seconda di quanto richiesto dalla preparazione che andremo ad eseguire.

 

Come pulire i funghi porcini secchi

  1. Poiché i funghi secchi contengono molto terriccio, occorre metterli in ammollo in poca acqua tiepida.
  2. Quando i funghi si saranno reidratati, sollevarli  con delicatezza e risciacquarli sotto acqua corrente per eliminare eventuale altro terriccio.
  3. Infine recuperare l’acqua dell’ammollo perché è ricca di sapore, quindi filtrarla in un colino utilizzando una garza.
  4. Cucinare funghi porcini aggiungendo alla preparazione anche l’acqua dell’ammollo.

 

Come pulire i funghi champignon 

Dopo aver visto come pulire i funghi porcini, procediamo con la pulizia dei funghi champignon o prataioliSi tratta di  funghi adatti a tantissime ricette di cucina grazie al loro sapore molto delicato. Quelli coltivati sono reperibili in ogni momento dell’anno. Per la pulizia occorre procedere come segue:

  1. stacchiamo la testa dal gambo e con uno spelacchino eliminiamo la pellicina che riveste la parte superiore del cappello;
  2. tagliamo la parte terrosa del gambo e grattiamo la restante parte con la lama di uno spelacchino;
  3. risciacquiamo velocemente i funghi sotto acqua corrente e li asciughiamo con un panno;
  4. dopo la pulizia i funghi champignon o prataioli vanno consumati subito crudi o cotti per evitare che si ossidano. Sono ottimi da cuocere in padella con olio aglio e prezzemolo (trifolati), ma anche per realizzare primi piatti e preparazioni a base di uova.

Come pulire i funghi porcini

Se vi è piaciuto l’articolo su come pulire i funghi porcini condividetelo su Facebook!

 

Recipe Type: Tags: , Ingredienti:

Sono Sonia Palermo e mi occupo..

More From This Chef »
Average Member Rating

(4.8 / 5)

4.8 5 17
Rate this recipe

17 people rated this recipe

5.512

Related Recipes:
  • Pasta alla gricia, la ricetta perfetta!

  • Crostata di fragole, con crema pasticciera e pasta frolla friabilissima

  • Pasta al tonno, semplice, veloce e buona – Primi piatti di pesce

  • Cheesecake allo yogurt, dolce senza cottura, facile e veloce

  • Gnocchi alla sorrentina, semplici e deliziosi – Ricetta originale

Nutritional Info

This information is per serving.

  • Poco calorico

    Poco calorico

Recipe Comments

Comments (9)

  1. posted by Sonia on 30 agosto 2015

    Fammi sapere se questo articolo su come pulire i funghi porcini ti è stato utile!

  2. posted by Max on 2 settembre 2015

    Complimenti Sonia, finalmente una descrizione accurata. Vorrei chiederti se dopo aver pulito i funghi porcini come li posso conservare. Grazie!

    • posted by Sonia on 2 settembre 2015

      Grazie Max, ricevere dei complimenti fa sempre piacere.
      Per quanto riguarda i funghi, dopo averli puliti ti consiglio porli in un contenitore (possibilmente forato) e coprirli con un panno. In frigorifero si conservano per 2-3 giorni.
      ciao Sonia

  3. posted by Angelo on 6 settembre 2015

    Ciao Sonia, mi dici quale la procedura corretta per essiccare i funghi? ho intenzione di acquistarne un po’ quando il prezzo è ragionevole, ma non vorrei congelarli, in quanto il sapore ne risente.
    grazie!

    • posted by Sonia on 10 settembre 2015

      ciao Angelo, per essiccare i funghi porcini devi affettarli piuttosto sottilmente, disporli sulle apposite gratelle ed esporli al sole fino a quando si saranno asciugati ed avranno eliminato l’umidità, ogni tanto andranno rigirati. Occorreranno circa 3-4 giorni, e una volta essiccati vanno conservati in contenitori a chiusura ermetica. Spero di esserti stata utile.
      a presto Sonia

  4. posted by Annina on 7 settembre 2015

    Ciao Sonia, ti volevo chiedere se esistono degli accorgimenti per ridurre la tossicità dei porcini. Grazie!

    • posted by Sonia on 10 settembre 2015

      Ciao Annina, la tossicità dei funghi porcini è davvero molto bassa, ma per stare più tranquilla è sufficiente cucinarli.
      a presto Sonia

  5. posted by Giulia on 8 ottobre 2015

    Sonia sei davvero molto brava, poche arie e subito al sodo. continua così

    • posted by Sonia on 8 ottobre 2015

      Ciao giulia…davvero troppo gentile!
      saluti e a presto! Sonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *