Frittura di calamari e gamberi – Tutti i trucchetti per una frittura di pesce perfetta !

2017-08-14
Frittura di calamari e gamberi – Tutti i trucchetti per una frittura di pesce perfetta ! Frittura di calamari e gamberi – Tutti i trucchetti per una frittura di pesce perfetta ! Frittura di calamari e gamberi –  Tutti i trucchetti per una frittura di pesce perfetta !
frittura di calamari e gamberi
  • Yield : secondo di pesce
  • Servings : 2
  • Prep Time : 10m
  • Cook Time : 5m
  • Ready In : 15m

Oggi un secondo piatto che mette davvero tutti d’accordo: la frittura di pesce. Vi svelo tutti i segreti che adoperavano nel mio ristorante per renderla gonfia dorata e croccante. 

 

Gli ingredienti della frittura di calamari e gamberi.

350 g di pesce a porzione tra gamberi e calamari.
Q.b di farina 00.
Q.b. di Semola di grano duro.
Q.b. di Sale.
Q.b. di Olio di semi di arachidi.
La prima accortezza sarà quella di utilizzare del pesce di qualità e naturalmente molto fresco. Un’altra cosa molto importante è quella di utilizzare il pesce molto asciutto, quindi per quanto riguarda sopratutto i calamari, vi consiglio di pulirli tagliarli e lasciarli a scolare in un colapasta per almeno qualche ora ovviamente mettendo il pesce in frigorifero. Per quanto riguarda la pulizia dei calamari, andrà staccata la testa, vuotata la sacca e poi spellata. Dalla testa andranno poi eliminati gli occhi e il rostro. Per ulteriori dettagli potete visionare il video sulla pulizia dei totani che ho realizzato in precedenza. Per avere degli anelli belli teneri vi consiglio di non utilizzare calamari eccessivamente grandi; 200/300 gr. è la misura ideale.

 

La preparazione della frittura di calamari e gamberi.

1) Tagliamo i calamari: le teste, se non sono eccessivamente grandi, possono essere lasciate intere; in alternativa vanno divisi a metà. Lascio i tentacoli lunghi uno da una parte o dall’altra; stacchiamo le pinne, spesso conosciute come alette, poi tagliamo il corpo ad anelli larghi circa un centimetro e mezzo massimo due. Tagliamo anche le alette se sono abbastanza grandi. Elimino prima la sporgenza di pelle e poi le dividiamo a metà nel senso della lunghezza.

2) Adesso li poniamo in frigorifero e li lasciamo scolare bene.
3) Passiamo alla frittura: possiamo utilizzare una friggitrice oppure una casseruola dai bordi molto altri. Mettiamo a scaldare l’olio.
4) Nel frattempo andiamo a miscelare le farine. Ricordiamo: due parti di semola e una di farina; la semola da più croccantezza e non si appiccica eccessivamente al pesce.
5) Poi prepariamo tutto l’occorrente: servirà una teglia o un altro contenitore della carta assorbente, un colino a maglie larghe o un setaccio per eliminare la farina eccesso dal pesce e, inoltre, un canovaccio per asciugare bene calamari che avranno già eliminato un po’ di acqua.

6) Controlliamo la temperatura dell’olio che per questo tipo di frittura deve arrivare a 180°. 

7) Quando l’olio sta per arrivare a temperatura, cominciamo ad asciugare i calamari per bene considerando che già in frigorifero avranno perso molta acqua, ma con il canovaccio la eliminiamo completamente.

8) Infariniamo per bene in modo che la farina ricopra interamente il pesce sia all’interno sia all’esterno degli anelli, e anche sui tentacoli.

9) Poi col setaccio eliminiamola farina in eccesso. Verificate che siano ben infarinati ma comunque calamari asciutti. 

10) Adesso non rimane che immergerli nell’olio bollente. Attenzione anche ad un’altra accortezza: friggetene poche per volta per evitare che si abbassi eccessivamente la temperatura dell’olio e non si avrebbero più dei calamari croccanti. Ogni tanto li giriamo.

11) Quando i calamari cominciano apparire ben dorati e le bolle dell’olio cominciano essere più piccole, è il momento di scolarli.

12) Adesso procediamo alla stessa maniera con il resto dei calamari. Un’altra cosa da tenere presente è di non infarinare troppo in anticipo il pesce altrimenti la farina si inumidisce. Inoltre, se dovete preparare molte porzioni di frittura, si consiglia di portare il pesce a metà cottura, scolarlo e tenerlo da parte. Andrà fritto poi poco per volta prima di essere servito; in questo modo si accorceranno di molto i tempi d’attesa al momento del servizio. 

13) Si proceda adesso allo stesso modo per i gamberi. E’ fondamentale utilizzare un fornello molto grande e il fuoco deve essere costante e molto forte per evitare che si abbassi la temperatura dell’olio ed i calamari ed il pesce in generale si rovini.

14) Un pizzico di sale e in tavola caldi caldi. Accompagnate le fritture di pesce con spicchi di limone e servitela con una fresca insalatina.

 

 

Fatemi sapere con i vostri like se questa ricetta vi è piaciuta e condividetela su Facebook!

Iscrivetevi al mio canale e alla Pagina Facebook!
Alla prossima ricetta!

frittura di calamari e gamberi

Recipe Type: , Tags: Ingredienti:

Sono Sonia Palermo e mi occupo..

More From This Chef »
Average Member Rating

(5 / 5)

5 5 1
Rate this recipe

1 people rated this recipe

1.744

Related Recipes:
  • Pasta all’amatriciana

  • Polpette di zucchine fritte – Facilissime e buonissime – Antipasti veloci

  • Involtini di melanzane, con pomodorini e mozzarella – Velocissimi e buonissimi – Antipasti veloci

  • Pasta con cozze e melanzane

  • Insalata Caprese, sfiziosa bruschetta di mozzarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *