Ciambelle di patate: zeppole napoletane fritte

2016-01-19
Ciambelle di patate: zeppole napoletane fritte Ciambelle di patate: zeppole napoletane fritte Ciambelle di patate: zeppole napoletane fritte
ciambelle di patate
  • Prep Time : 60m
  • Cook Time : 5m
  • Ready In : 1:05 h

Ciambelle di patate o zeppole napoletane fritte

Di versioni di ciambelle di patate o zeppole napoletane ne esistono davvero tante: con o senza uova, con il burro o lo strutto oppure con l’olio, con o senza patate, con latte o con liquore, e forse altro ancora. In comune però hanno tutte il metodo di cottura, sì perché le zeppole napoletane si devono necessariamente friggere, e poi inzuccherare nello zucchero semolato. Ho provato le diverse versioni e devo dire che quella che più mi ha convinta è quella con patate e senza uova, molto vicina come consistenza alle comuni ciambelle fritte, ma molto più morbide proprio grazie alla presenza delle patate lesse, nonostante la totale assenza di uova. Tra l’altro proprio per le patate sono comunemente chiamate ciambelle di patate. In origine le zeppole napoletane erano preparate con un impasto senza uova e senza patate, ma in cucina si sa, si sperimenta in continuazione e anche le ricette più tradizionali subiscono il fascino dell’evoluzione.
Queste ciambelle di patate (o zeppole napoletane) si realizzano solitamente nel periodo di Carnevale, ma sono molto indicate sia per la merenda che per la prima colazione e pertanto si preparano anche durante tutto il periodo dell’anno. Io le preparo spesso per il mio bambino che le adora, e siccome non può assumere latte per lui sostituisco il burro con l’olio e il latte con succo d’arancia o latte di riso e devo dire che il risultato non è niente male. Se siete intolleranti al lattosio provate anche voi questa versione alternativa, oppure sostituite semplicemente latte e burro con prodotti senza lattosio, così anche il risultato sarà pressoché identico.
Scegliete la vostra versione e provate le mie ciambelle di patate  fritte, sono certa che vi piaceranno!

 

Ingredienti

500 g di farina

200 g di patate

15 g di lievito di birra fresco

15 g di zucchero

50 g di burro

100 g di latte

succo di mezza arancia

buccia di limone e di arancia

un pizzico di sale

 

per friggere

qb di olio di semi di arachidi

 

 

Procedimento

1. Dopo aver cotto le patate le passiamo più volte con uno schiacciapatate fino ad ottenere una purea piuttosto fine.
2. Disponiamo la farina a fontana su una spianatoia, creiamo una conca nella quale metteremo la purea di patate, che dovrà essere appena tiepida.
3. Uniamo lo zucchero, la buccia grattugiata di arancia e limone, il succo d’arancia e il latte nel quale disciogliamo prima il lievito e cominciamo ad incorporare la farina lavorando con la punta delle dita.
4. Aggiungiamo anche il burro morbido ed il sale e lavoriamo il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e compatto che lasceremo riposare coperto con pellicola in una bowl di vetro (o altro contenitore) per circa 30 minuti, senza però che raddoppi di volume o comunque lieviti completamente. La temperatura ideale per far riposare l’impasto delle nostre zeppole è di circa 24-25°C.
5. Quando l’impasto avrà cominciato la lievitazione cominciamo a dar forma alle ciambelline di patate, quindi prima lo dividiamo in tanti piccoli pezzi e formiamo delle sfere di circa 50 g l’una che depositiamo su una placca abbondantemente oliata.
6. Copriamo con pellicola e lasciamo lievitare a circa 27°C fino al raddoppio del volume. Generalmente sono necessari dai 40 ai 50 minuti.

7. Una volta che le palline di impasto sono lievitate possiamo procedere con la cottura, quindi poniamo l’olio in una padella dai bordi alti e lo facciamo scaldare fino a raggiungere una temperatura di circa 170-180°C.

8. Realizziamo il buco centrale forando le sfere con l’indice e friggiamo le ciambelle poche per volta rigirandole più volte nell’olio fino a quando avranno raggiunto una colorazione bella dorata da entrambi i lati. Le scoliamo e le adagiamo su carta assorbente adatta al fritto.

9. Non rimane che inzuccherare le nostre ciambelle di patate passandole più volte nello zucchero. le trasferiamo infine  su un vassoio di portata e le serviamo tiepide.

 

Consigli

Possiamo conferire la forma alle ciambelle anche direttamente prima della lievitazione, senza perciò dover fare in seguito il buco alle palline. Inoltre per realizzare le classica forma delle zeppole napoletane possiamo formare prima dei cordoncini di circa 18-20 cm, accavallare un’estremità sull’altra e fermarle poi con una leggera pressione.

Se prepariamo queste ciambelle di patate senza latte e burro possiamo servirle anche a chi segue una dieta vegana.

 

ciambelle di patate

 

Se la ricetta delle ciambelle di patate o zeppole di napoletane vi è piaciuta, condividetela!

Sono Sonia Palermo e mi occupo..

More From This Chef »
Average Member Rating

(4.2 / 5)

4.2 5 5
Rate this recipe

5 people rated this recipe

5.654

Related Recipes:
  • Pasta alla gricia, la ricetta perfetta!

  • Crostata di fragole, con crema pasticciera e pasta frolla friabilissima

  • Pasta al tonno, semplice, veloce e buona – Primi piatti di pesce

  • Cheesecake allo yogurt, dolce senza cottura, facile e veloce

  • Gnocchi alla sorrentina, semplici e deliziosi – Ricetta originale

Nutritional Info

This information is per serving.

  • Mediamente caloriche

    Mediamente caloriche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *